Storia di Vittorio Coccia


VITTORIO COCCIA

……Ricordo di un grande campione.

Vittorio Coccia nasce a Vasto il 18 maggio 1918. per il suo destro e la sua classe è, senza dubbio,il calciatore vastese più forte di tutti i tempi.

E avrebbe meritato,come affermano molti, migliore fortuna.

A soli 13 anni inizia la cariera calcistica nella squdra lombarda dell’Abbiategrasso. a suon di gol riesce ad attirare l’attenzione della Vigevanese, squadra militante in serie B. E’ qui che si forma come calciatore e nel ’40 fa il salto di qualità con l’ingaggio all’Ambrosiana Inter di Milano, dove chiuso dal famoso Annibale Frossi, definito il “cannoniere con gli occhiali”,collezziona solo 4 presenze. Doopo aver giocato una stagione con la casacca neroazzurra dei campioni d’Italia, viene ceduto alla Pro Patria, in serie B. Coccia è un’ala capace di andare in gol in maniera improvvisa e repentina, grazie alla rapidità dei suoi scatti e violenza delle sue conclusioni a rete.

In 22 anni di carriera collezziona centinaia di reti e viene indirizzato tecnicamente da allenatori conosciuti ed apprezzati, quali Sauchesk, Hayos, Hirrer, Bekey, Conti, Koeing, Carcano, Peruchetti, Viani, Pizziolo e Szalay.

Nel 1952 ormai avviato verso il fatidico viale del tramonto, decide di emigrare in Australia, come altri migliaia di vastesi in quell’epoca. Per tre anni svolge l’attività di allenatore e giocatore nell’ “Azzurra” di Perth e nel “Tricolore” di Fremantle. Il clima torrido australiano e le disavventure familiari gli procurarono un forte esaurimento psichico. Dopo circa 8 anni di ospedale rientra a Vasto e conosce la solitudine, lui che era stato un’autentico campione. Muore nella sua amata città il 3 novembre 1982.

Vittorio Coccia è stato e rimane una delle bandiere di sempre del calcio vastese.

Le tappe della sua carriera: 1931-’32 Abbiategrasso (Campionato 1°Divisione); 1934-’40Vigevanese (Serie B); 1940-’41 Ambrosiana Inter (Serie A, l’esordio avviene il 23-3-’41 contro il Novara); 1941-’42 Pro Patria (Serie B); 1942-’43 Salernitana (Serie C); 1944-’45 Lecce (Campionato Pugliese), poi Vastese (Campionato Misto Abruzzese); 1945-’46 Padova (Serie B); 1946-’47 Taranto (Serie B); 1947-’48 Vastese (Serie C), alla 26° giornata sostituisce l’allenatore ungherese Szalay; 1948-’49 Pescara (Serie C); 1949-’50 Vastese (Promozione Intereggionale); 1950-’51 Marsciano (Promozione Interregionale)

Comments

comments

Lascia un commento